Creare un sito web efficace può essere un’impresa entusiasmante e piena di opportunità. Che tu stia pensando di avviare un blog personale, un negozio online o un sito web aziendale, è fondamentale avere una visione globale di ciò che comporta. Ecco perché abbiamo voluto raccogliere le regole più importanti per creare un sito web di successo, caratteristiche che ti permetteranno di massimizzare le tue possibilità di successo online.

Questo articolo serve come introduzione per aiutarti a familiarizzare con alcuni aspetti importanti che precedono la creazione vera e propria di un sito web. Esploreremo vari aspetti, fondamentali per definire la direzione più funzionale da intraprendere.

Uno dei punti chiave che affronteremo è l’importanza di avere un obiettivo chiaro per il tuo sito web. Definire gli obiettivi ti aiuterà a stabilire le giuste strategie di progettazione e di marketing per raggiungere il pubblico desiderato.

Per completezza, poi, ti lasceremo anche alcuni consigli preziosi su cosa fare anche una volta che il tuo sito sarà online… Iniziamo!

Definisci gli obiettivi aziendali

La parte pratica, quella di creazione di un sito web professionale, è preceduta da una fase di analisi preliminare, che ci serve a capire cosa dobbiamo costruire, come, perché e soprattutto per chi.

Donna mira la freccia con l’arco verso un bersaglio.

Una freccia per arrivare a centrare il bersaglio ha bisogno di essere prima tesa e mirata grazie ad un arco. Per un sito web professionale il concetto è lo stesso.

La definizione degli obiettivi aziendali, per quanto possa invogliare a passare rapidamente allo step successivo, risultando apparentemente noiosa, è essenziale.

Molti siti web falliscono perché privi di una progettualità e dopo mesi di attesa chiudono i battenti.

Qui è dove si trova la risposta alla domanda: perché hai bisogno di un sito web? A seconda del settore in cui operi, delle esigenze del tuo target e di altri fattori puoi creare un sito professionale per:

  • aumentare la brand awareness – incrementare la notorietà del tuo marchio intercettando un pubblico più ampio o generare nuove opportunità commerciali rendendoti più autorevole nella nicchia in cui operi;
  • vendere – puoi decidere di aprirti a mercati altrimenti irraggiungibili in giro per il mondo grazie al digitale. Un e-commerce, ad esempio, ti permette di vendere direttamente online, aumentando il fatturato;
  • migliorare l’esperienza dei clienti – tramite l’area riservata, puoi permettergli l’accesso a documenti personali, fargli recuperare informazioni su luoghi e appuntamenti, e fargli avere a portata di smartphone eventuali scadenze;
  • diminuire il carico di lavoro aziendale – troppe visite o telefonate rallentano la produttività? F.A.Q, chatbot e moduli di prenotazione online sono supporti utili che possono anticipare obiezioni e snellire il carico di lavoro;
  • assumere collaboratori – se sei alla ricerca di personale ed hai posizioni aperte o da aprire, puoi selezionare nuovi possibili dipendenti ed ottimizzare l’interazione con quelli già assunti;
  • stabilire contatti aumentando le iscrizioni alla mailing list – se, ad esempio, vendi prodotti costosi, non saranno molti gli utenti che premono il pulsante “acquista”. Creare un “gancio” tramite una strategia di email marketing aiuta a cambiare l’ambiente di vendita per prodotti high ticket.

Attraverso l’analisi competitiva puoi scoprire i punti di forza dei tuoi concorrenti e imparare da loro, e al tempo stesso individuare i loro punti deboli facendone tesoro per capire come differenziarti. Così facendo migliorerai la tua presenza online e guadagnerai punti nel posizionamento sui motori di ricerca.

Definisci il tuo pubblico

Conoscere il pubblico di destinazione del messaggio, avere chiari gli argomenti che gli interessano ed interloquire con lo stesso linguaggio è un passaggio obbligato.

I problemi di un neogenitore sono diversi da quelli di coetanei che non hanno figli; il vocabolario della generazione Z è molto diverso da quello di chi è nato prima degli anni ’80.

Immagini, parole, colori, spazi, dimensioni. Ogni elemento concorre a stabilire una connessione più o meno in sintonia con il ricevente. Ogni brand ha un proprio vantaggio competitivo da trasmettere ad un pubblico specifico e non sempre una soluzione vale l’altra.

Intercettare i bisogni ed inquadrare le soluzioni ai problemi dal “giusto” frame è essenziale per stimolare l’utente all’azione, favorendo la nascita di una connessione emotiva più profonda col brand. In questo modo accompagnerai il visitatore a pensare “sì, è proprio ciò che stavo cercando”.

Primo piano di 5 persone differenti per età.

Definire in maniera chiara problemi e desideri grazie ad un’opera di analisi del tuo pubblico permette di “visualizzare” il tuo potenziale cliente tipo: la buyer persona.

Prima di creare un sito web per la tua azienda o per i tuoi prodotti è molto importante investire del tempo nel conoscere e delineare il tuo cliente ideale. Queste energie saranno ripagate nel tempo.

Puoi approfondire il tema con un esempio su buyerpersonas.it.

Crea la tua brand identity

Come il tassello di un puzzle, un sito web è parte di quel gioco più ampio che è il customer journey.

Rappresentazione visuale di possibile customer journey dell’utente.

Ecco un esempio (semplificato):

  1. grazie all’annuncio, un utente trova un climatizzatore interessante,
  2. dopo aver cliccato l’annuncio, atterra su una landing page di vendita ma non procede all’acquisto,
  3. cerca allora su Google il sito del brand e analizza l’offerta,
  4. successivamente cerca il brand sui social ed alla fine, dopo aver visto le recensioni, decide di comprare.

Quante volte hai fatto la stessa cosa? Probabilmente tante, soprattutto quando non conoscevi il brand. E magari sono state più le volte che non è andata così liscia fino all’acquisto….

Ricapitolando, l’utente è passato attraverso queste fasi:

  1. annuncio a pagamento;
  2. landing page;
  3. sito web;
  4. social network;
  5. Google/Trustpilot/etc..;
  6. sito web.

Se questa è anche la tua esperienza, in ognuno di questi momenti, – chiamati touch point – sei entrato in contatto col brand e con un tassello della sua identità, in modo diretto o per procura (attraverso l’esperienza di altri utenti, ad esempio).

Il tuo obiettivo, allora, sarà fare in modo che ognuno di questi punti di contatto siano una testimonianza positiva della tua immagine.

Il brand deve farsi ricordare: colori, tono di voce, stile e messaggio devono essere coerenti, sempre. Se il fine ultimo è catturare l’attenzione, un’identità visiva ben progettata è la via per riuscirci.

Esempio di pagine di una brand identity guideline.

A questo serve una brand identity capace di favorire distinguibilità e riconoscibilità del brand rispetto ai competitor.

Qui dedichiamo un meritato approfondimento all’importanza del branding.

Crea un sito reattivo, pulito e facile da ricordare

Secondo i principi del naming, sappiamo che il nome deve comunicare qualcosa e al tempo stesso deve essere facile da ricordare.

L’idea di semplicità, però, non deve accompagnare solo quello che scegli come nome identificativo ma tutta l’esperienza che l’utente avrà sul tuo territorio: il tuo sito.

Spazio quindi ad una grafica minimalista, lineare, che faciliti la navigazione e che permetta di muoversi agilmente da una pagina all’altra.

Cura anche la velocità di caricamento delle pagine. Oggi tutti cercano rapidità e nessuno è disposto ad aspettare che la pagina si materializzi davanti ai loro occhi. Il processo deve essere praticamente istantaneo.

Il fine ultimo è uno: mettere in risalto i contenuti, facendo in modo che siano accessibili in modo intuitivo e veloce.

Scrivi contenuti utili, originali e ottimizzati

Il focus dell’esperienza saranno proprio i contenuti: d’altronde è cercando questi che il tuo utente è arrivato sul tuo sito.

Attenzione alle parole che abbiamo usato. “Cercando”: esatto, perché è dai motori di ricerca che nasce molto. È lì che l’utente pone la propria domanda, manifesta il proprio problema, alla ricerca di una risposta, di una soluzione.

Giovane donna seduta sul divano naviga sul web dal proprio laptop.

Ecco perché dovrai essere bravo nel creare risorse che forniscano una risposta concreta, contenuti che siano quindi utili.

Tutto qui? Non ancora. I contenuti dovranno essere originali, perché di risposte ad una stessa domanda ce ne sono a migliaia ma tu dovrai essere in grado di fornire una risposta migliore, non per forza diversa ma più completa, ad esempio, o più facile da comprendere.

Dal momento che sono i motori di ricerca a veicolare i tuoi contenuti, portandoli all’attenzione dell’utente, dovrai anche scrivere in modo che lo stesso motore di ricerca ti proponga tra le prime scelte. Per farlo, puoi avvalerti delle tecniche di scrittura SEO-oriented, che hanno l’obiettivo di creare dei testi ottimizzati secondo le parole chiave per le quali vuoi farti intercettare dal tuo target.

Cosa fare DOPO aver creato un sito web

Fare un sito web professionale e pubblicarlo è solo l’inizio del viaggio.

Una volta creata la struttura, dovrai generare traffico e renderti raggiungibile dagli utenti che stanno cercando una risposta al loro problema e che tu, con la tua offerta, potresti saper dare magari anche prima e meglio di quanto possano fare i tuoi concorrenti.

Esserci non è farsi trovare.
Fonte: Brand is message

Per farlo diventa importante strutturare una strategia di web marketing: d’altronde, avere un negozio è importante ma serve far sapere ai tuoi potenziali clienti che esisti.

Fare web marketing è fondamentale per diversi motivi:

  • generare traffico – un sito web di per sé non garantisce la presenza di visitatori. Attraverso una strategia personalizzata di web marketing, è possibile promuovere il sito e attirare traffico qualificato. Ciò significa che puoi raggiungere persone interessate ai tuoi prodotti, servizi o contenuti, aumentando le possibilità di ottenere conversioni, interazioni e successo;
  • costruire visibilità quindi consapevolezza del marchio – il web marketing ti permette di aumentare la visibilità del tuo marchio e di farti conoscere dal tuo pubblico target. Attraverso soluzioni come l’advertising, il content marketing, la SEO, il social media marketing o l’email marketing ad esempio, puoi rendere visibile il tuo sito web agli occhi delle persone interessate, contribuendo a costruire consapevolezza del marchio e a creare una reputazione positiva;
  • coinvolgere la tua audience – coinvolgere attivamente la tua audience catturandone l’attenzione e suscitando in essa interesse è il primo passo per rendere il tuo brand un marchio di successo. Oltre ai contenuti del tuo blog, puoi utilizzare i social media per interagire con il pubblico, tessere relazioni e promuovere il tuo sito web;
  • aumentare le conversioni – un sito web è uno strumento potente per generare conversioni che possono includere l’acquisto di prodotti, la richiesta di informazioni o l’iscrizione a una newsletter per successive campagne di email marketing. Una costante attenzione all’ottimizzazione permette di aumentare il tasso di conversione: non trascurare mai questo passaggio. Puoi implementare strategie come il miglioramento del design e dell’usabilità del sito, l’utilizzo di call-to-action persuasive e l’analisi dei dati al fine di identificare possibili aree di miglioramento.

Conclusioni

Creare un sito web di per sé non basta a dare un boost ai tuoi affari.

È importante agire in maniera integrata, costruendo un sito che risponda a quanto emerso dall’analisi preliminare e che, in seguito, sia gestito attraverso una strategia di marketing definita.

Ciò significa che il supporto di un team di professionisti può realmente fare la differenza nel dare al tuo brand la visibilità di cui hai bisogno.

Per emergere online puoi rivolgerti a noi di Ingigni.

Analizzeremo il tuo caso, valutando il potenziale di crescita della tua attività. Successivamente elaboreremo una strategia di digital marketing mirata, costruendo un sito web che rifletta l’immagine che vuoi trasmettere al tuo pubblico e ti aiuteremo a integrare gli strumenti di web marketing più efficaci e coerenti con il tuo segmento di mercato.

Contattaci per approfondire la nostra offerta: abbiamo le risposte che stavi cercando.